Buon Natale e Felice Anno Nuovo

Auguri a tutti i gussaghesi affinché nella Notte di Natale
ognuno ritrovi nella famiglia la forza ed il coraggio per operare nella società
con competenza, impegno, coscienza e vigore per la difesa dei valori della nostra tradizione
che sono garanzia di prosperità e sopravvivenza della nostra comunità.

auguri natale 2010

Un lavoro continuo anche se poco visibile

Il lavoro del Gruppo Consiliare della Lega Nord è continuato incessantemente per tutta l’estate, mese di agosto compreso, e sino ad oggi INCESSANTEMENTE.

Buona parte delle serate estive ci hanno impegnato nella commissione urbanistica per esaminare le osservazioni al PGT. Erano tante, ben 253, e la maggior parte “politiche”, cioè presentate dai gruppi consiliari di minoranza o da forze politiche non rappresentate in Consiglio Comunale.
Sono state esaminate tutte, poi discusse in numerose commissioni ed alla fine votate in Consiglio Comunale.
Questo notevole lavoro è stato caratterizzato da una vera chiarezza da parte dell’amministrazione, non c’è stato alcun tipo di favoritismo, nessuna osservazione ha avuto un trattamento diverso dalle altre – Linea uguale per tutti.

Ma questo succede non solo quando si tratta di osservazioni al PGT ma in tutti i rapporti tra cittadino e amministrazione comunale.

Anche questo aspetto, che a volte sfugge all’attenzione di molti gussaghesi, ben ci rappresenta, perché noi Leghisti lavoriamo così: con concretezza, trasparenza e onestà, e alcuni frutti del nostro impegno sono evidenti:
La strada della Mandolossa
E’ stata terminata ed ha richiesto parecchio impegno “invisibile“ da parte della nostra amministrazione. Anche se il progetto era dell’Amministrazione che ci ha preceduto; purtroppo, i problemi si presentano durante l’esecuzione delle opere e non sono stati pochi, e tutti brillantemente risolti.
Secondo Lotto Strada di Navezze
Stesso discorso merita il lavoro svolto sul Secondo Lotto, dove la fase esecutiva è stata seguita da noi e gli “inghippi” non sono mancati.

Non solo strade, ma anche tanto altro lavoro “invisibile”, come per esempio:
Continua a leggere

Un PGT intelligente e che pensa alle generazioni future.

Molto verde e tanto territorio sarà risparmiato e recuperato a Gussago grazie all’intelligente e sapiente rifacimento dell’intero complesso di norme e regole del Nuovo PGT.

A settembre saranno varati i capisaldi che permetteranno alla amministrazione Lazzari di attuare finalmente il Buon Governo del Territorio Gssaghese:

. bloccate le “invasioni barbariche” (tentazioni da primato del marchiniano (s)-governo);
. cancellata la folle corsa agli sprechi con velleitari acquisti come per esempio La Sella dell’Oca.
. fermata la folle corsa in solitaria dell’amministrazione Marchina che ha lasciato in eredità ai gussaghesi molti debiti (amministrazione nostalgicamente tanto rimpianta oggi dalla sinistra estrema di gussago, che non nasconde simpatie per il “partito dei Giallini).

Il PGT che sarà varato dalla amministrazione Lazzari, voluta e votata democraticamente dai gussaghesi, conterrà quanto basta per garantire al nostro comune un adeguato e coerente strumento operativo per far progredire il nostro territorio con grande soddisfazione per tutti.

Certamente non verranno a mancare i servizi scolastici, le infrastrutture di viabilità e le strutture contenenti i servizi necessari ai cittadini e che ora mancano.

PS se noi Padani fossimo in uno stato Federalista (cosa da sempre voluta e chiesta dalla Lega Nord), potremmo avere più risorse economiche da mettere a disposizione del territorio per la nostra gente.

La Festa dell’Uva è morta … Viva la Festa dell’Uva.

Chi ha annunciato la morte della storica Festa dell’Uva ora si deve ricredere!

Dopo il bailamme tanto gridato dai giallini (gussago insieme), che credevano morta una festa così importante, ora dovranno fare marcia indietro.

La nuova Festa dell’Uva sarà così bella, completa e innovativa da lasciare a bocca aperta i tanto impegnati e soliti denigratori.

Giallini e vecchi organizzatori, per fortuna non più tra i piedi a svolgere compiti di cui loro non sono più all’altezza (se mai lo sono stati!), dovranno rimangiarsi non solo le parole, che vanno al vento, ma anche gli scritti che invece restano a memoria.

Pensando (loro ndr.) che ogni cambiamento portato dal Vento del Nord (noi della Lega), e che non li coinvolge, sia solo fonte di disgrazia, essi si sono pure impegnati alacremente nel denigrare e diffondere notizie false e tendenziose (i soliti invidiosi e calunniosi esseri di poco valore).

Per verificare il loro sfogo d’ira e invidia, vedere l’articolo apparso sabato 31 luglio sul br……ggi, con informazioni raccolte da fonti vuote e non ben verificate (che bel giùrnàl … !!)

La Festa dell’Uva si farà.

La Festa dell’Uva a Gussago sarà nuova, bella e innovativa, senza sperpero di denaro pubblico (e in momenti di “magra” questo è utile e intelligente).

La Festa dell’Uva avrà sicuramente il successo che il nostro paese merita ed ha ottenuto, grazie anche al Vento del Nord, con la manifestazione Movida in Franciacorta (chiedetelo ai commercianti gussaghesi ai quali l’evento era rivolto e costato alle casse del Comune solo 6mila euro).

La Festa dell’Uva è più viva che mai!
Viva la Festa dell’Uva!

ndr: abbiamo verificato negli annali i costi sostenuti dalla vecchia amministrazione e dai vecchi organizzatori della Festa dell’Uva, senza trovare traccia alcuna di bilanci in molti anni di organizzazione, abbiamo solo visto esborsi pubblici di molte decine di migliaia di euro ogni anno coperti da “malandate e insufficienti pezze giustificative”.

Facciamo Festa, anzi … facciamo Movida !

Sembra proprio che l’amministrazione Lazzari abbia fatto Bingo!

Da anni non si vedeva a Gussago una festa così ben organizzata, partecipata, divertente, allegra, serena, spensierata, in poche parole … BELLA!

Con grande gioia, assaggiando buon cibo delle botteghe locali e ottimo vino delle nostre cantine di Franciacorta, si è svolto il primo evento Movida in Franciacorta, una intera nottata in compagnia di gente allegra, divertita e interessata.

Così si è svolta sabato notte la serata a Gussago resa possibile dalla nuova amministrazione Lucia Larrazi con la partecipazione dei Comuni di Cellatica e Rodego Saiano.

Non era facile creare un contesto dentro il quale poter aggregare cittadini in cerca di spensieratezza, aziende del territorio desiderose di farsi conoscere, e amministratori pubblici presenti e disponibili, anzi essi stessi parte della festa e del momento.

A tarda notte moltissimi giovani hanno ballato con la disco e fatto il bagno nelle piscine di Le Gocce che hanno offerto un momento divertente, fresco e giovane, certamente ripetibile anche con eventi singoli e dedicati.

Non possiamo che complimentarci con tutti gli Amministratori che hanno reso possibile l’evento, ponderando scelte non facili in un momento di necessaria parsimonia.

Bravi!

Festa Lega Nord Gussago dal 15 al 18 Luglio 2010

La sezione di Gussago della Lega Nord, organizza

Güsàch Fest 2010
dal 15 al 18 Luglio
Festa Popolare e delle Tradizioni Locali.

“Per guardare al Futuro, con Radici ben salde nelle Tradizioni.”

SIETE TUTTI INVITATI

Gusach Fest 2010 - 14, 15, 16 e 17 Luglio 2010

Gusach Fest 2010 – 14, 15, 16 e 17 Luglio 2010

La festa si terrà nell’area Polivalente a Gussago (vedi la piantina che abbiamo messo sotto).

Musica
Spettacoli
Animazione
Servizio Bar e Ristorazione fino a tarda serata.
Cucina della tradizione Bresciana:
– salamine di casa nostra
– pane e salamina
– tagliata della franciacorta
– salumi nostrani
– trippa bresciana
– formaggio alla griglia
– patatine della nonna
– birra
– vino delle nostre terre
– caffè lega

E le novità:
-> LA PIZZA PADANA
-> SPIEDINI DI PESCE ALLA CELTICA

Interverrano Politici Nazionali, Regionali e Provinciali della Lega Nord.

Incontri con amministratori Lega Nord del Comune di Gussago.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI !!!

 

Dopo la rapina è allarme sicurezza.

Riportiamo l’articolo apparso sul quotidiano Brescia Oggi Venerdì 26 Febbraio 2010 a firma D.BO.

GUSSAGO. Il sindaco Lucia Lazzari chiede a gran voce un incontro con il Prefetto.
«La caserma dei carabinieri è inadeguata al paese: servono maggiori forze che vigilino sul territorio»
Dopo la rapina nell’officina di via Romanino «condita» dagli spari che hanno preceduto l’irruzione nell’abitazione della famiglia Minessi, Gussago chiede rinforzi.

Gli spari non sono passati inosservati alla popolazione del comune franciacortino, che da qualche mese ha superato la soglia record di 17 mila abitanti: una realtà significativa che dall’altro giorno si sente meno sicura, attanagliata da una paura dovuta ad una sempre più frequente criminalità, accresciuta anche da un fenomeno, come quello della prostituzione ormai radicata sul territorio gussaghese.

Il malessere è interpretato dal sindaco Lucia Lazzari che con un comunicato ieri ha chiesto un incontro urgente con il Prefetto di Brescia Livia Narcisa Brassesco Pace sul tema-sicurezza.

«VORREI un incontro per valutare i servizi di pattugliamento del territorio – dice il sindaco – : vorei anche segnalare che la caserma dei Carabinieri non è più consona ad un paese che ha superato i 17 mila abitanti divenendo un polo residenziale ed economico di sicuro interesse per la malavita.

All’interno della comunità serpeggia uno stato di malessere per i continui furti alle abitazioni e per il sempre più radicato fenomeno della prostituzione sulle nostre strade.

Questa situazione per noi deve essere comunicata perchè venga rafforzato il presidio dello stato, l’azione delle forze dell’ordine e, se possibile, l’attività repressiva e preventiva con una presenza più visibile delle forze dell’ordine.

Per fare questo, penso non si possa prescindere dal potenziamento dell’organico della stazione dei Carabinieri di Gussago».

Per la famiglia Minessi, nel frattempo, il ricordo dell’aggressione e degli spari, è ancora freschissimo.

Contro l’immigrazione clandestina.

Riportiamo l’articolo apparso sul quotidiano Brescia Oggi Giovedì 25 Febbraio 2010 a firma R.PR.

GUSSAGO. I blitz dei vigili «ispirati» dalle segnalazioni dei residenti.
Sicurezza, cittadini di «vedetta» contro l’immigrazione clandestina .

Una coppia di irregolari arrestata e processata Nei guai anche l’inquilino che offriva loro ospitalità Ottantuno persone identificate, un inquilino denunciato perchè ospitava uno straniero clandestino arrestato e processato per direttissima.

E ancora, un’immigrata irregolare recidiva scoperta e accompagnata al centro di espulsione di Bologna dopo la condanna del Tribunale di Brescia.

È questo il bilancio d’esordio della campagna di controlli «porta a porta» promossa dalla Giunta di Gussago per contrastare l’illegalità diffusa e l’immigrazione clandestina.

Prende dunque quota il piano di sicurezza varato grazie al potenziamento e alla riorganizzazione della Polizia locale coordinata dal nuovo comandante Danilo Gatti che da poco tempo può contare anche su un agente in più.

L’aspetto più innovativo ma allo stesso controverso dei controlli riguarda gli obbiettivi delle ispezioni selezionati dai vigili sulla scorta delle segnalazioni dei cittadini. La comunità insomma viene coinvolta direttamente nelle tutela della sicurezza.

La collaborazione fra cittadini e agenti della Polizia locale non è casuale ma frutto del rapporto di reciproca fiducia instaurato durante i pattugliamenti a piedi nei quartieri e nelle frazioni.

Servizi che consentono fra l’altro ai vigili di raccogliere informazioni e spiegare, soprattutto agli anziani, come prevenire truffe e furti.

Ma è la battaglia all’immigrazione clandestina che monopolizza l’agenda sicurezza del Comune.

Così, sulla scorta delle indicazioni dei cittadini, sono state ispezionati alloggi occupati da stranieri e luoghi di ritrovo degli immigrati.

La prima ispezione è stata effettuata in collaborazione con la stazione dei carabinieri di Gussago, la
seconda con la Polizia provinciale. «Si tratta di risultati positivi – osserva l’assessore alla Sicurezza Laura Negrini -. Nell’incisività delle ispezioni è stata fondamentale la grande disponibilità degli agenti di Polizia locale che, soprattutto nella seconda operazione, hanno svolto ininterrottamente per oltre 48 ore di servizio».

Basta Euro

Basta Euro SCARICA QUI IL MANUALE 'BASTA EURO! COME USCIRE DALL'INCUBO'


a cura di Claudio BORGHI AQUILINI, postfazione di Matteo SALVINI oppure SFOGLIALO ONLINE cliccando qui.

Links