Archivio

Anche a Gussago si è costituito il COMITATO PER IL NO

image

Sabato 15 ottobre sono scesi in piazza le sezioni di Gussago della Lega Nord, di Forza Italia e di Fratelli d’Italia con Progetto Gussago Tricolore, riuniti sotto un unico gazebo per incontrare i cittadini e spiegare le ragioni e le motivazioni per barrare il prossimo 4 dicembre la casella del NO.
Il portavoce del Comitato Emanuele Calabria sottolinea che è importante votare con la consapevolezza che si tratta di una materia vitale e di una questione che sarebbe riduttivo limitare soltanto ad una semplice campagna di slogan contro il premier.
Il nostro obiettivo è convincere la collettività a votare No sulla base dell’assurdità della Riforma che è stata messa in piedi: partendo quindi dall’analisi di tutti gli aspetti del testo che sarà oggetto del quesito referendario, argomenteremo le ragioni per le quali sarà necessario votare No al Referendum.
Elisa Rosola segretario della sezione di Gussago della Lega Nord sottolinea che non si tratta assolutamente di un cambiamento, anzi è una riforma che va a potenziare il potere centrale a scapito delle autonomie con conseguente riduzione di mezzi finanziari e di servizi ai cittadini. Un esempio, per la Regione Lombardia, che ha i bilanci in ordine e una sanità d’eccellenza, sarà un disastro. Il servizio sanitario verrà livellato a quello delle altre regioni italiane.
Ettore Marchina coordinatore di Forza Italia di Gussago evidenzia che, contrariamente a quanto sbandierato, non verrano ridotti i costi della politica e la riforma alimenta invece conflitti di competenza tra Stato e Regioni e tra il “presunto nuovo ” senato e la camera dei deputati.
“È una riforma che non garantisce la sovranità del popolo a favore di una minoranza parlamentare che, grazie al premio di maggioranza , mette nelle mani di un solo segretario di partito tutti i poteri” afferma Stefano Quarena a nome di Fratelli d’Italia.
Anche il gruppo locale Progetto Gussago Tricolore si è voluto unire al comitato a sostegno di una battaglia contro una riforma frutto dell’egocentrismo dell’attuale premier che ci renderà per sempre schiavi dell’Europa e dei poteri forti.

Elisa Rosola Lega Nord
Ettore Marchina Forza Italia
Stefano Quarena Fratelli d’Italia
Mauro Pezzotti Progetto Gussago Tricolore

Basta Euro

Basta Euro SCARICA QUI IL MANUALE 'BASTA EURO! COME USCIRE DALL'INCUBO'


a cura di Claudio BORGHI AQUILINI, postfazione di Matteo SALVINI oppure SFOGLIALO ONLINE cliccando qui.

Links